Il post più visualizzato

Una casa di 100 mq a 100.000 euro... E' un progetto già visto!

La capanna/The hut

Costruire in montagna è come costruire in città diranno i più. Non è proprio così data la preminenza di natura rispetto alla sporadicit...

Costruire in montagna è come costruire in città diranno i più.
Non è proprio così data la preminenza di natura rispetto alla sporadicità degli interventi dell'uomo. Nonostante ciò si presume che gli stessi edifici di pianura o del centro urbano possano essere collocati sul versante roccioso della montagna o nel bel mezzo di una malga. Si vedono tipologie edilizie miscelate con il cattivo gusto e senza conoscere minimamente il proprio territorio. Chi giudica i progetti negli ambiti vincolati senza muoversi dalla bella scrivania nel capoluogo, mai ha messo piede in collina eppure tira sentenze astruse, contribuisce alla rovinosa caduta della qualità architettonica negli territori più ricchi di valori paesaggistici. Sono troppe e tremendamente fuori posto le case bianche, marroncine, con portichetti, tegole, coppi e finta pietra che la tipologia tipica della costruzioni delle nostre montagne è sparita. Un tempo si costruiva per necessità e non per ostentare. Vi era la necessità di coprire la legna o di proteggere le attrezzature del lavoro, si dovevano curare le proprie bestie ed si lottava per avere un luogo caldo dove passare l'inverno gelido.
Oggi si costruisce per mostrare quel poco o nulla che si possiede, si costruisce per emulazione e si concorre a chi fa peggio. Infatti c'è molta solidarietà perché in tantissimi si mettono in gara. Quasi tutti.
Ogni tanto ne capita uno fuori classifica o inclassificabile per la tabella dei voti delle "brutture senza vergogna". Capita quel pazzo che vuole rispettare l'anima della montagna e costruire qualcosa che sia adatto. Viene immediatamente messo ai margini e bollato come "lo strano".
Lo strano è colui che torna all'antica capanna dove tutto ebbe origine.

m.t.


Building in the mountains is like building in the city, use to say most of all.
Not really supose the prominence of the nature compared to the sporadic human intervention. Nevertheless it is assumed that the buildings in the plain or in the city center can be placed on the rocky side of the mountain or in the middle of a pasture. You can see building types mixed with the bad taste and without knowing anything about its territory. Who judges the projects in the areas bound without moving from beautiful desk in the capital, has never set foot in the hills and yet pulls judgments abstruse, contributes to the disastrous fall of architectural quality in the richest areas of landscape values​​. Are terribly out of place the too many white houses, brownish, with porches, roof tiles and stone buildings, not typical of the type of our mountains is gone. One time It was built for necessity and not for show off. There was a need to cover the wood or to protect the equipment of work, they had to treat their animals and are struggling to have a warm place to spend the winter chill.
Today is constructed to show that little or nothing that you have, you build for emulation and contributes to who makes worse. In fact there is a lot of solidarity because many are put in the race. Almost all.
Every now and then it happens one out ranking or unclassifiable for the table of the votes of the "ugliness without shame." It happens that a madman who wants to respect the soul of the mountain and build something that is suitable. Is immediately put on the edge and branded as "the strange."
The strange is the one who returns the old hut where it all began.

You Might Also Like

0 commenti

Cerca nel blog